I produttori della guida vini di Quattrocalici

Armosa

Armosa

Armosa

Armosa

L'Azienda

La societa agricola ARMOSA è fondata nel 2002 con l’intento di riportare  la coltivazione della vite da vino in un territorio fortemente vocato e di antica tradizione viticola come quello di Scicli. Il primo vigneto di nero d’Avola denominato “curma” viene piantato in un “terroir marino”, costituito da un lembo di terra sabbiosa su tufo calcareo che termina nel mare. In seguito si sono piantati altri vingneti di Nero d’Avola e Moscato Bianco in un “terroir collinare” nella valle dell’Irminio (sempre Scicli), su suoli calcareo-argillosi. La scelta di concentrarsi per il rosso solo sul nero d’Avola, vitigno autoctono siciliano per eccellenza, è dettata dal desiderio di creare dei vini che esprimino con la loro personalità il territorio con la sua storia, i suoi profumi e i suoi sapori.La vinificazione, l’affinamento in piccole botti e l’imbottigliamento sono effettuati nella cantina di proprietà adiacente ai vigneti. In particolare le tecniche enologiche utilizzate cercano di ridurre al minimo gli interventi sul vino per conservarne al massimo l’integrità seguendo la filosofia per cui “il tempo lavori sul vino e non l’uomo” .

Armosa
Armosa

I dettagli della Cantina

Anno di fondazione:2002
Produzione:12000
Visite all’azienda:Su prenotazione
Vendita diretta:
Armosa

Dove si trova la Cantina

Tutti i produttori della provincia di Ragusa
Armosa

I Vini scelti da Quattrocalici

Abbiamo selezionato alcuni dei vini di Armosa, particolarmente interessanti perchè rappresentativi dello stile del produttore e del territorio.
Vai alla pagina di ricerca dei produttori
Vai alla pagina di ricerca dei vini
Vai alla pagina di ricerca delle enoteche
Vai alla pagina di ricerca delle categorie vino
Vai alle schede di degustazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.