I produttori della guida vini di Quattrocalici

Cantina di Carema

Cantina di Carema

Cantina di Carema

L'Azienda

La “CANTINA DEI PRODUTTORI NEBBIOLO DI CAREMA” fondata nel 1960 da un piccolo gruppo di 18 agricoltori si è sviluppata fino a diventare il punto più qualificato per la produzione e vendita del “Carema”. La società è una cooperativa attualmente composta da 89 soci quasi tutti produttori part time con un’età media di 50/60 anni. La cantina vende localmente quasi il 60% della sua produzione che è di circa 1000 hl l’anno. Le bottiglie prodotte in un anno sono circa 65.000.
La zona di produzione del Carema è limitata al solo omonimo Comune con una superficie iscritta all’albo DOC di 17 ettari. Il riconoscimento della D.O.C. risale al 1967. Il “Carema” è venduto anche all’estero ma, a causa della sua produzione limitata e delle sue caratteristiche piuttosto marcate è ancora un vino particolarmente apprezzato da consumatori qualificati ed esperti. Il “Carema” viene commercializzato nella versione classica (etichetta nera), selezione (etichetta bianca).Assieme al “Carema” la Cantina produce il “Canavese Nebbiolo”, “Canavese Rosso” altro vino al quale nel 1996 è stata riconosciuta la DOC, un bianco da tavola ed un rosato DOC.

I vigneti posti sui tipici terrazzamenti (Topie o Tupiun) sorretti da muri e pilastri in pietra e calce (Pilun) costituiscono un’opera d’arte definita tra il romanico e il gotico. La presenza della vite a Carema sembra datare addirittura dall’epoca dei Salassi. I nostri vigneti non sono databili in quanto vige l’abitudine di ripiantare una vite giovane la dove quella vecchia è morta.Il Carema è un nebbiolo che deve essere invecchiato almeno 3 anni di cui 2 in botti di rovere o castagno. Il colore è rosso volgente al granato, il profumo intenso, la gradazione minima richiesta è di 12 gradi. La longevità di questo vino è piuttosto marcata (anche 20-30 anni) purché le bottiglie siano conservate coricate, al buio e in cantine non troppo calde. Deve essere servito a temperatura ambiente (20-22 gradi) possibilmente stappato qualche ora prima del consumo oppure caraffato. Il Carema è particolarmente adatto per arrosti, selvaggina, carni rosse, formaggi stagionati e qualche vino da “caminetto” ben si addice a fine pasto con noci e frutta secca.
Cantina di Carema

I dettagli della Cantina

Anno di fondazione:1960
Produzione:65000
Azienda agrituristica:
Visite all’azienda:Su prenotazione
Vendita diretta:
Cantina di Carema

Dove si trova la Cantina

Tutti i produttori della provincia di Torino
Cantina di Carema

I Vini scelti da Quattrocalici

Abbiamo selezionato alcuni dei vini di Cantina di Carema, particolarmente interessanti perchè rappresentativi dello stile del produttore e del territorio.
Vai alla pagina di ricerca dei produttori
Vai alla pagina di ricerca dei vini
Vai alla pagina di ricerca delle enoteche
Vai alla pagina di ricerca delle categorie vino
Vai alle schede di degustazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagina di informativa estesa.